Il libri più letti nel 2019

Quali sono stati i libri più letti nel 2019? Abbiamo selezionato per voi 15 titoli da non dimenticare.

 

I leoni di Sicilia di Stefania Auci, edito dalla casa editrice Nord, è uscito il 6 maggio ed è il romanzo rivelazione del 2019. Venduto negli Stati Uniti, Germania, Francia, Spagna e in Olanda è stato opzionato per una serie televisiva.

Intrecciando il percorso dell’ascesa commerciale e sociale dei Florio con le loro tumultuose vicende private, sullo sfondo degli anni più inquieti della Storia italiana – dai moti del 1818 allo sbarco di Garibaldi in Sicilia – Stefania Auci dipana una saga familiare d’incredibile forza, così viva e pulsante da sembrare contemporanea.

I love shopping a Natale di Sophie Kinsella. L’autrice britannica regala alle sua lettrici una nuova avventura, tutta natalizia, della sua serie più famosa I Love Shopping. Il romanzo è uscito in Italia il 15 ottobre grazie a Mondadori. Il ritorno di Becky non delude, ma diverte e commuove!

Dal Duemila, anno in cui è uscito il primo “I love shopping”, a oggi il modo di fare acquisti è molto cambiato: la rete è entrata prepotentemente nella nostra vita e in questo romanzo Sophie Kinsella ha saputo cogliere i nuovi tic e comportamenti di tutti noi attraverso il racconto delle situazioni esilaranti e spesso paradossali in cui Becky puntualmente si ritrova. Perché la sua massima soddisfazione è guardare quanto ha risparmiato approfittando di sconti più o meno reali, e mai una volta quanto ha speso…

E sempre restando in tema di storie romantiche e divertenti, il 6 maggio la Newton Compton Editori ha pubblicato il nuovo romanzo di Felicia Kingsley (l’autrice del bestseller Matrimonio di convenienza): Due cuori in affitto. Romantico, sexy e pieno di humor!

Summer e Blake non hanno proprio niente in comune, a parte una casa delle vacanze negli Hamptons, che per un mancato passaggio di informazioni è stata affittata a entrambi. Qualcuno se ne deve andare, ma tutti e due hanno ottime ragioni per restare. E le ragioni potrebbero aumentare con il passare dei giorni…

Bohemien minori di Eimear McBride è uscito il 10 ottobre. È racconto di formazione intenso, difficile da dimenticare. Racconta la storia d’amore tra una giovane irlandese del Nord, appena arrivata a Londra, e un uomo vent’anni più grande. Premiatissimo in patria è stato pubblicato in Italia da La nave di Teseo con la traduzione di Tiziana Lo Porto.

Sullo sfondo della Londra vibrante degli anni ’90, “Bohémien minori” è il racconto della scoperta del desiderio e della più estrema vulnerabilità cui ci consegna: la storia di Eily e Stephen, serrata, conturbante, epica e innocente, si accende tra le pagine con l’immediatezza della vita, celebrando i luoghi oscuri dell’amore e le vette della sua grandezza, in eterno bilico tra perfezione e catastrofe.

L’evento di Annie Ernaux edito dalla casa editrice L’Orma è uscito l’11 ottobre e racconta una storia cruda con una prosa efficace. Uscito in Francia nel 2010, esprime l’esigenza di costruire un presente più giusto per tutte le donne a cui è proibito per legge o nei fatti disporre di se stesse.

Calandosi «in ogni immagine, fino ad avere la sensazione fisica di “raggiungerla”», Ernaux interroga la memoria come strumento di conoscenza del reale. Dalla cronistoria di un avvenimento individualmente e politicamente trasformativo sorge una voce esattissima, irrefutabile, che apre uno spazio letterario di testimonianza per generazioni di donne escluse dalla Storia.

Nessuno è come qualcun altro di Amy Hempel edito dalla casa editrice Sem, è uscito il 21 novembre. Il libro si apre con un proverbio arabo: “Quando il pericolo si avvicina, cantagli una canzone”.

Quindici storie raffinate rivelano Amy Hempel nella sua parte più compassionevole e vivace, mentre introduce personaggi, solitari e alla deriva, alla ricerca di una connessione.

I vagabondi di Olga Tokarczuk, premio nobel per la letteratura nel 2018, è uscito in Italia grazie a Bompiani il 6 marzo. Un romanzo cinematografico tenuto insieme da un filo sottile, ma potente. Ciò che conta non è il viaggio, ma le motivazioni che spingono a intraprenderlo.

La narratrice che ci accoglie all’inizio di questo romanzo confida che fin da piccola, quando osservava lo scorrere dell’Oder, desiderava una cosa sola: essere una barca su quel fiume, essere eterno movimento. È questo spirito-guida che ci conduce attraverso le esistenze fluide di uomini e donne fuori dell’ordinario, come la sorella di Chopin, che porta il cuore del musicista da Parigi a Varsavia, per seppellirlo a casa; come l’anatomista olandese scopritore del tendine di Achille che usa il proprio corpo come terreno di ricerca; come Soliman, rapito bambino dalla Nigeria e portato alla corte d’Austria come mascotte, infine, alla morte, impagliato e messo in mostra; e un popolo di nomadi slavi, i bieguni, i vagabondi del titolo, che conducono una vita itinerante, contando sulla gentilezza altrui.

Il libro di Talbott di Chuck Palahniuk, l’autore di Fight Club (1996) romanzo diventato bestseller dopo l’uscita del film omonimo del 1999, diretto da David Fincher. Edito da Mondadori Il libro di Talbott è stato pubblicato il 29 gennaio. Attuale, pericoloso e pieno di spunti interessanti sulla tecnologia e sulla politica attuale.

Con la Dichiarazione di Interdipendenza, gli ex Stati Uniti vengono ridefiniti secondo criteri razziali, e la popolazione ridistribuita in base al colore della pelle e alle preferenze sessuali. Il simile con il simile, nei tre nuovi stati-nazione di Caucasia, Blacktopia e Gaysia. Non che tutto fili liscio in questa America post apocalittica, intendiamoci…

L’interprete di Annette Hess edito da Neri Pozza, il romanzo è uscito in Italia il 10 gennaio. Racconta il dopoguerra e i sentimenti ambivalenti di alcuni tedeschi sull’olocausto e il nazismo. Ben scritto e realistico.

In questo sconvolgente romanzo Annette Hess sviluppa una trama e dei personaggi di grande spessore, in grado di dare vita a un autentico ritratto non solo della Germania post-bellica ma anche dei complessi rapporti interfamiliari, mostrando quanto sia sottile la linea che separa l’accettazione dalla negazione e dando vita a un complesso affresco storico che riguarda il passato dell’umanità intera.

La misura del tempo di Gianrico Carofiglio edito Einaudi, è uscito il 5 novembre. Il racconto fila a ritmo serrato, in un continuo dialogo tra presente e passato. Il sesto libro dell’autore pugliese fa i conti con il trascorrere del tempo che semina piccoli e grandi cataclismi.

Una scrittura inesorabile e piena di compassione, in equilibrio fra il racconto giudiziario – distillato purissimo della vicenda umana – e le note dolenti del tempo che trascorre e si consuma.

L’istituto di Stephen King edito Sperling & Kupfer, è uscito in Italia il 10 settembre. Ancora una volta i bambini saranno i protagonisti dell’ultimo romanzo di King.

È notte fonda a Minneapolis, quando un misterioso gruppo di persone si introduce in casa di Luke Ellis, uccide i suoi genitori e lo porta via in un SUV nero. Bastano due minuti, sprofondati nel silenzio irreale di una tranquilla strada di periferia, per sconvolgere la vita di Luke, per sempre. Quando si sveglia, il ragazzo si trova in una camera del tutto simile alla sua, ma senza finestre, nel famigerato Istituto dove sono rinchiusi altri bambini come lui.

Questione di Costanza, è il nuovo romanzo di Alessia Gazzola, la vincitrice del Premio bancarella 2019. Pubblicato dalla casa editrice Longanesi, il libro è uscito il 21 ottobre. La scrittrice non tradisce le aspettative dei suoi lettori e racconta una storia avvincente e molto delicata.

«Così, mentre cerco di ambientarmi in questo nebbioso e gelido inverno veronese, devo anche rassegnarmi al fatto che ci sono delle scelte che ho rimandato per troppo tempo. Ed è giunto il momento di farle. In fondo, che ci vuole? È questione di coraggio, è questione di intraprendenza… E, me lo dico sempre, è questione di Costanza.»

I testamenti di Margaret Atwood, l’atteso sequel de Il racconto dell’ancella, è uscito per la casa editrice Ponte alle Grazie il 9 settembre. Uno di quei libri che non vorresti finire mai.

«Il nostro tempo insieme sta per cominciare, mio lettore. Può darsi che vedrai queste pagine come un fragile scrigno da aprire con la massima cura. Può darsi che le strapperai o le brucerai: con le parole accade spesso». Hai fra le mani un’arma pericolosa, caricata con i segreti di tre donne di Gilead. Stanno rischiando la vita per te. Per tutti noi. Prima di entrare nel loro mondo, forse vorrai armarti anche di questi pensieri: «La conoscenza è potere». «La Storia non si ripete, ma fa rima con sé stessa».

Non perdiamoci di vista di Federica Bosco, una delle autrici italiane più amate dai lettori. Il romanzo è uscito il 7 ottobre per Garzanti. Emozionante, divertente e per nulla scontato. Una storia per chi vuole continuare a sognare.

Una nostalgia del passato difficile da lasciare andare perché significherebbe rassegnarsi a un mondo complicato, competitivo e senza punti di riferimento, che niente ha a che vedere con quello scandito dai tramonti e dal suono della chitarra intorno a un falò. Fino al giorno in cui qualcosa cambia davvero. Il sabato diverso dagli altri arriva. L’inatteso accade. La vita sorprende. E allora bisogna trovare il coraggio di abbandonare la scialuppa e avventurarsi a nuoto nel mare della maturità, quella vera.

La vita inizia quando trovi il libro giusto di Ali Berg e Michelle Kalus pubblicato da Garzanti il 10 gennaio. Una storia per chi crede che leggere possa cambiare la vita.

Un caso editoriale che ha conquistato tutto il mondo. A pochi giorni dall’uscita ha scalato le classifiche internazionali grazie a un passaparola inarrestabile. Perché questa è una storia che parla a chi ama i libri, a chi crede che leggere possa cambiare la vita. A chi non rinuncia mai all’idea di innamorarsi ancora, tra le pagine di un romanzo come nella vita reale.

Tempo di lettura 5 minuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *