“Sei tutti i miei sbagli” di Penelope Ward

Dopo il successo del best seller Odioamore pubblicato dalla Newton Compton Editori nel 2018, lo scorso maggio l’autrice statunitense Penelope Ward è tornata a far parlare di sé con la pubblicazione di Sei tutti i miei sbagli, il suo nuovo romanzo.

È una storia apparentemente comune quella raccontata dalla protagonista Chelsea, una giovane donna che cerca di rimettere insieme i pezzi di una realtà appena andata in frantumi. Elec, quello che pensava essere l’amore della sua vita, decide di troncare la loro relazione perché innamorato di un’altra.

Ricominciare dalle certezze in frantumi

Poco più che ventenne, Chelsea si ritrova a fare i conti con un lacerante dolore causato dall’energica scossa di un infelice abbandono che le sconvolge l’esistenza. Fino a quel momento era sicura che la sua vita sentimentale fosse fondata su solide certezze, che, invece, crollano miseramente al pronunciare di queste parole: «Chelsea, ti prego, cerca di capire che ho fatto tutto quello che potevo per evitare di ferirti».

È così che Elec diventa la causa diretta di un inevitabile cambiamento caratteriale della ragazza. Straziata e in maniera istintiva, Chelsea capisce che, per proteggersi da future scottature, deve innalzare un muro tra lei e l’universo maschile. I suoi occhi, infatti, sono lo specchio di un cuore disilluso e ferito, che non crede più nella magia dell’amore. Nella sua situazione, probabilmente, qualunque essere umano avrebbe faticato nel risalire dall’abisso di una così profonda delusione, a maggior ragione se la propria mente fosse stata continuamente affollata da ingombranti ricordi.

Il cammino di rinascita che Chelsea intraprende è inizialmente molto lento e faticoso, fino a quando, però, la sua attenzione è catturata dal fisico appariscente di un atletico vicino di casa, Damien. La ragazza non può minimamente immaginare cosa stia per riservarle il destino: se solo avesse avuto modo di intuirlo, avrebbe dato sicuramente molto più valore a quella cena lasciata cuocere troppo a lungo nel forno.

Rimettersi in gioco

Con questo appassionante e coinvolgente romanzo, Penelope Ward illustra non soltanto come, senza preavviso, nascano storie d’amore così potenti da distruggere ogni tipo di barriera, ma anche che un avvenimento negativo possa essere preso e rovesciato in qualunque momento. Infatti, il suo è uno straordinario esempio di coraggio, di rivalsa e di quanto sia importante rimettersi sempre in gioco; e anche di come la giusta determinazione e la fiducia in se stessi possano trarre da una storia spiacevole un impensabile vantaggio.

L’autrice del romanzo dipinge i tratti caratteriali della protagonista e dei personaggi che le ruotano attorno in maniera minuziosa, rendendoli reali agli occhi del lettore. La storia si lascia divorare attraverso una lettura scorrevole e veloce, al punto che è molto semplice pensare che Chelsea, in realtà, non sia altro che l’alter-ego di ognuno di noi e che, come lei, ogni tanto tutti dovremmo prendere coraggio e rischiare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *