Skam Italia

Skam, che in norvegese significa letteralmente “vergogna”, è diventato in pochi anni un vero fenomeno di culto per gli adolescenti e non solo. Skam Italia è un remake del famoso teen drama scandinavo trasmesso da TimVision e successivamente dalla piattaforma Netflix. La serie è composta da quattro stagioni, ciascuna conta circa undici episodi da venti minuti. La prima puntata è andata in onda nel 2018.

Stagione 1

La prima stagione ruota attorno alla storia d’amore tra Eva (Ludovica Martini) e Giovanni (Ludovico Tersigni). Nella sua semplicità riesce però a trattare tematiche complesse come l’erotismo, l’uso di droghe leggere, le crudeltà dello slut-shaming e il maschilismo dominante. Eva è una ragazza che trascorre il tempo insieme al suo ragazzo e ai suoi amici. Giovanni, invece, si ritrova con i compagni tra skateboard, bar e partite ai videogiochi. Le puntate raccontano il cambiamento di Eva che, attraverso sbagli e confusione, matura e cresce sotto gli occhi dello spettatore.

Stagione 2

La seconda stagione è quella che supera ogni aspettativa. La storia portante è quella di Martino (Federico Cesari), alla scoperta di un desiderio omosessuale nascosto. È angosciato e timoroso di quello che potrebbero pensare di lui le altre persone e consapevole del suo difficile percorso. L’incontro con Filippo (Pietro Turano), ragazzo altrettanto complesso, lo obbliga a una profonda analisi interiore. I temi trattati sono il coming out, le questioni riguardanti la salute mentale e il bullismo.

Stagione 3

La terza stagione è quella più criticata, giudicata troppo banale e con dialoghi poco efficaci. La storia narrata è quella tra Eleonora (Benedetta Gargari) e Edoardo (Giancarlo Commare), che vivono una relazione tra alti e bassi e un susseguirsi di tira e molla. Lei è la classica ragazza con la testa sulle spalle mentre lui è il bad boy propenso alla violenza. Una tormentata storia d’amore adolescenziale capace però di aiutarli a confrontarsi e a conoscersi meglio.

Stagione 4 

Nell’ultima stagione la protagonista è Sana (Beatrice Bruschi), con le sue difficoltà a conciliare la propria religione musulmana alla vita sociale e scolastica. Una serie di eventi la portano a chiudersi in se stessa rischiando anche di farle perdere le amiche. Una cotta per l’amico del fratello Malik (Mehdi Meskar) l’allontana dai suoi principi morali. 

Nel finale di stagione si ritrovano tutti i personaggi della serie, ormai maggiorenni, alle prese con l’ultimo anno delle superiori.

Skam Italia è una piacevole sorpresa, racconta la vita quotidiana di comuni adolescenti romani in modo profondo e reale. Nel guardarla si capisce davvero come trascorrano le giornate gran parte degli adolescenti di oggi, tra realtà e aspetti che li caratterizzano. Una serie TV dal primo impatto banale, ma con un cuore pulsante profondo e coinvolgente. Da segnalare inoltre le scene pittoresche, i colori e i suoni.

Skam Italia è un racconto realistico dell’adolescenza capace di parlare a tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *