Un’estate a Parigi di Sarah Morgan

Un’estate a Parigi è il nuovo libro della nota autrice Sarah Morgan, edito da HarperCollins. Un romance dalle note estive che evidenzia l’importanza dell’amicizia e al tempo stesso descrive l’amore come un sentimento che non ha una ricetta universale.

La trama

Grace è una donna di mezz’età, conduce una vita ben programmata con il marito e la figlia. La sua routine viene però sconvolta da un’improvvisa scelta del consorte, che dopo venticinque anni di matrimonio decide di divorziare.

Audrey è una ragazzina estroversa che, non senza difficoltà a causa della dislessia, ha appena terminato il liceo. La sua è una famiglia piuttosto particolare, composta solo da lei e dalla madre con problemi di alcolismo, ed è proprio la piccola di casa a occuparsi di tutto.

Parigi accoglie le due protagoniste e, nonostante abbiano un carattere, un’età e una vita differenti, nell’incontrarsi riescono ad aiutarsi trovando la soluzione ai loro problemi.

 Il fascino di Parigi

La città che fa da sfondo al romanzo è Parigi, descritta con i suoi scorci e i suoi viali, regalandone una visione esotica, dolce e romantica. Luogo di feste, concerti, amori e sentimenti rappresenta per Grace l’occasione di fare un tuffo nel passato.

Tutte le descrizioni sono curate dall’autrice con eleganza e minuziosità, un aspetto che aiuta a incrementare la delicatezza degli ambienti, come il balconcino baciato dai raggi del sole sul quale pittorescamente le due protagoniste consumano molto spesso la loro colazione.

Amore, amicizia e famiglia

Prima l’amicizia, poi l’amore e infine il valore della famiglia: sono queste le chiavi di lettura del romanzo.

L’amicizia che nasce tra Grace e Audrey dà una svolta alle loro vite. L’amore è affrontato nelle sue diverse sfaccettature, per cui non esiste una ricetta universale. Non è tutto bianco o nero, quello rappresentato è un sentimento con più volti, un amore che ha in sé il bene e il male, che cresce diventando più forte e prezioso dopo che si è corso il rischio di perderlo. L’attenzione del lettore è catturata poi dall’importanza attribuita alla famiglia e a tutti gli aspetti a essa legati.

Il romanzo ha uno stile narrativo molto scorrevole, a ciò contribuiscono la presenza dei dialoghi e una trama avvincente e lineare. L’autrice è in grado di creare personaggi dai tratti realistici che rendono ancor più unico il testo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *