Lucifer: il ritorno del Diavolo

Dopo un’infernale attesa, Lucifer è tornato.

Dal 21 agosto la quinta stagione è disponibile su Netflix con i primi otto episodi. Avevamo lasciato il protagonista a fare i conti con un’orda di demoni fuori controllo scappati dall’Inferno, a lungo incustodito, e che alla luce dei fatti reclamava con urgenza un re a governarlo. E così Lucifer è stato costretto a spiegare le ali, dire addio alla sua amata Chloe e fare ritorno alle sue responsabilità.

Lucifer e il suo opposto

Sulla Terra sono trascorsi appena un paio di mesi, ma negli inferi il tempo scorre diversamente e laggiù sono passati migliaia di anni. Un periodo infinito, in cui Lucifer continua a pensare a Los Angeles e alla detective. Quando lui le riappare, Chloe, stupita e felice, si getta tra le braccia dell’amato Diavolo. Costui però, come ci ha già svelato il trailer ufficiale, non è l’uomo che lei crede: Lucifer è ancora bloccato all’Inferno e il suo posto è stato preso dal suo gemello, l’Arcangelo Michele.

Infatti, mentre è in Paradiso, Micheal sente i complimenti rivolti al fratello ed è colto da un’ondata di gelosia: non può credere che un angelo ribelle, che è stato scacciato ed esiliato, venga lodato per aver compiuto unicamente il proprio dovere. Furioso, decide di prendere il suo posto allo scopo di costringerlo a tornare sulla Terra per ottenere la sua vendetta.

Il bello di Lucifer

Lucifer è una serie auto-ironica, che sfrutta al limite il paradosso biblico. È proprio questo elemento, che sfiora quasi la blasfemia, a essere il punto di forza della nuova stagione attraverso personaggi celesti e le “sacre scritture”.

Divertente, cupa quando serve, sensuale e coinvolgente, la prima parte della quinta stagione soddisfa vecchie aspettative creandone di nuove. Ironia e sarcasmo sono sempre presenti, ma lasciano spazio alla riflessione e al sentimento.

Un doveroso plauso va proprio al protagonista Tom Ellis, che si supera nell’interpretazione del suo personaggio sdoppiato nel gemello. I due ruoli sono perfettamente distinguibili per mimiche e dinamiche al punto da sembrare due distinti attori impegnati nella recitazione.

Indiscrezioni

Oltre che un prodotto Netflix, Lucifer porta la firma della Warner Bros, solita negli ultimi anni a chiudere le proprie serie TV a quota cento episodi. Questo dubbio comincia a insinuarsi anche per Lucifer, soprattutto dopo la conferma che la sesta stagione sarà quella conclusiva. Anche se i produttori non hanno ancora svelato il numero di episodi, ai fan più attenti non sfugge la facilità con cui è possibile raggiungere questo traguardo, dato che il numero necessario per arrivare a cento, ovvero diciassette, non sarebbe diverso dal totale degli episodi della quinta serie.

In attesa di maggiori indiscrezioni possiamo solo goderci la stagione in corso e i suoi nuovi e inaspettati personaggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *