Archivio Categoria: La recensione

“Due sulla torre”, quando l’amore non ha età

Due sulla torre è un libro scritto alla fine dell’800 e inizialmente non fu accolto in maniera positiva della critica. L’epoca vittoriana è di sicuro un periodo affascinante, ma di grandi ipocrisie. Una storia come questa, benché narri di vicende amorose senza snaturarle dalla loro umanità, enfatizzando il calore dei sentimenti in contrasto con il conformismo, infastidì le coscienze di quel periodo. 

Lucio Dalla: la vita, le canzoni, le passioni

L’impresa è sì complessa ma non impossibile per Salvatore Coccoluto che nel suo Lucio Dalla. La vita, le canzoni, le passioni ha ricostruito con fare certosino, ma anche con passione incondizionata, le innumerevoli sfaccettature che hanno reso immortale il cantautore e musicista bolognese.

“La circonferenza dell’alba” il romanzo di Federica Brunini: perdonare, perdonarsi e riuscire, finalmente, a vivere senza pesi sull’anima

Tanti, troppi fantasmi si risvegliano nella mente della protagonista e verità scomode le danno lo slancio per lasciar andare il passato, perdonare, perdonarsi e riuscire, finalmente, a vivere senza più pesi sull’anima.

“Una vita da ricostruire”, il primo capitolo della trilogia bestseller di Brigitte Riebe

Il romanzo è il primo di una trilogia e mette al centro la storia di tre sorelle con un obiettivo comune: riaprire l’attività di famiglia. Amori, gioie e delusioni illuminano il romanzo e l’autrice è abile nel mescolare i diversi ingredienti narrativi. L’opera è ricca di colpi di scena e le ultime pagine lasciano in sospeso il lettore.

“La vita invisibile di Addie La Rue” di Victoria Schwab

Adeline La Rue è una bambina intelligente e ambiziosa che sogna di lasciare Villon-sur-Sarthe, in Francia, per viaggiare in posti lontani e assaporarne ogni meraviglia. Siamo però nel 1714 e ben presto Addie si scontra con la realtà: le giovani donne non lasciano il paese, ma devono trovare un marito, avere dei figli e badare a loro e alla casa – una bella e claustrofobica casetta – magari proprio accanto alla chiesa.

“Una giornata di nebbia a Milano” il nuovo romanzo di Enrico Vanzina

L’autore ha usato una maniera insolita, una specie di “te lo dico senza dirtelo”, per dare una conclusione all’enigma. La scelta potrebbe rischiare di lasciare in sospeso il lettore, che invece può trovare tutte le risposte nelle parole dello scrittore che ammette che “quello che è finto in realtà è vero”.

“Cuori vuoti” di Juli Zeh

Cuori vuoti

Ammesso che abbia un senso cercare di catalogare un libro che si sta leggendo, compiere questo esercizio per Cuori vuoti non è agevole. L’ultima fatica dell’autrice Juli Zeh è infatti un mix tra più generi che, combinandosi tra loro, creano un’opera intrigante, avvincente e, come vedremo, impegnata.

“London Girl” di Antonella B. – dalla Sardegna con amore

London Girl

In London Girl si trovano molti elementi originali e questo rende la storia d’amore di coppia quasi un piacevole sfondo, non necessariamente l’elemento centrale del libro. Forse, il fulcro di tutto è l’amore nel suo significato più ampio: amore di verità, nei confronti dei figli, ma anche come sentimento d’amicizia e accoglienza dell’altro.

“La vasca del Führer” il romanzo di Serena Dandini

Elizabeth Miller, meglio nota come Lee, è stata una delle protagoniste del Novecento europeo (e non solo). Modella, fotografa, instancabile viaggiatrice, reporter di guerra, nel corso della sua esistenza ha saputo unire tutti i lati del suo carattere, impresa alquanto ardua in un periodo storico in cui le donne erano, perlopiù, relegate ai confini della società.

James McBride “The Good Lord Bird”

Un romanzo avventuroso, di piacevole lettura e di puntualità storica, che ha, come scopo dichiarato dall’autore, il compito di tenere viva la memoria di John Brown, un uomo sognatore e forse davvero pazzo, ma che ha esercitato grande fascino e influenza nel sogno di libertà e uguaglianza che ha forgiato la società americana.