Archivio Categoria: La recensione

La luna e i falò di Cesare Pavese

Pubblicato la prima volta nell’aprile del 1950, La luna e i falò è l’ultimo romanzo che Cesare Pavese ha scritto prima del suicidio. In questo testo traspare tutta la sofferenza, il disagio e le profonde riflessioni interiori che affliggevano l’autore, tanto che a tratti pare di leggere una sorta di intimo diario.

“Trilli: riflessioni di una gatta in degenza” di Diego Manca

Il libro, nonostante metta in evidenza tutte le competenze dell’autore in campo veterinario (attraverso il ricorso a una terminologia ben ricercata, come nella spiegazione delle patologie che affliggono questi pazienti così speciali), non si limita a essere un’enciclopedia medica: il registro narrativo utilizzato è comprensibile e il testo è scorrevole; i dialoghi sono chiari e le personalità di Trilli, Pier, Rex e degli altri protagonisti pelosi del volume emergono con chiarezza in ogni pagina del racconto.

“Dash & Lily” di David Levithan e Rachel Cohn

Dash & Lily è una lettura che mostra il bello del periodo natalizio, le feste, la famiglia e l’entusiasmo per attimi gioiosi e di convivialità; ma mostra anche l’altra faccia della medaglia, quella della solitudine, soprattutto di due ragazzi che, nonostante non siano più bambini, avrebbero bisogno di essere capiti di più. I due protagonisti ci insegnano a non smettere di credere, a sperare sempre in qualcosa di migliore, anche quando tutto sembra andare per il peggio.

Torno a casa per Natale di Jenny Hale

Torno a casa per Natale può sembrare un libro leggero, anche con la facilità con cui scorre pagina dopo pagina ma, in realtà, non è frivolo e affronta tematiche importanti come la famiglia, la fiducia, l’amore e l’altruismo. Una storia che riesce a toccare l’animo anche di chi è un po’ Grinch; uno di quei libri che scorre veloce, ma non scivola via anzi, tiene il cuore caldo e dona un sapore dolce che ha la tutta magia del Natale.

“Quel prodigio di Harriet Hume” di Rebecca West

Ciò che però rende particolare il romanzo della West è proprio il suo stile di narrazione ricco e pieno di similitudini: l’ombra di un cancello diventa “una lira con molte corde”. Ogni descrizione assume sfumature liriche e addirittura barocche.

“Imprevedibile e perfetto” di Abbi Glines

Una storia d’amore, di abbandono e di legami spezzati dal destino. I protagonisti di Imprevedibile e perfetto sono Della Sloane e Woods Kerrington, che guidano il lettore tra le tormentate strade della loro esistenza.

“Il profumo sa chi sei” di Cristina Caboni

Cristina Caboni ci regala sempre protagoniste femminili di grande valore, nel bene e nel male: le sue sono donne con difetti, imperfezioni ma anche forti e tenaci che riescono a dialogare con il lettore, con cui creano un legame unico e profondo lungo tutta la narrazione.

“Viva la Costituzione” di Andrea Franzoso

Franzoso invita i lettori a riscoprire, pagina dopo pagina, il proprio senso civico e il sentimento di appartenenza a una comunità, attraverso venti parole fondamentali della Costituzione. Ogni capitolo è arricchito da testimonianze, racconti e contributi di esperti autorevoli come Milena Gabanelli sul ruolo del giornalismo, Filippo Grandi per la questione dei rifugiati e Ilaria Capua sull’esigenza di tutelare l’ambiente.

“Forse non tutti sanno che Caravaggio” di Annalisa Stancanelli

Caravaggio:  genio e sregolatezza   La vita di un genio: tra arte, avventura e mistero Michelangelo Merisi da Caravaggio è l’artista che ha sconvolto la concezione della pittura agli inizi del 1600, colui che ha fatto del realismo un evento mistico, che ha acceso i colori e le forme dei corpi nell’incidenza della luce o […]

Il sangue della lupa (Romulus libro #1)

L’evoluzione degli storici Negli anni Sessanta e Settanta del 1900, era in voga il genere peplum, incentrato sul rifacimento a basso costo di film di carattere storico, sacro e mitologico, che narravano le avventure di Roma, della storia della Chiesa o di Maciste ed Ursus. Questi film venivano proiettati anche negli oratori delle chiese, oltre […]