Durante l’anno abbiamo parlato di possibili carriere che fanno della scrittura il loro strumento principale. Infatti, la stesura di testi gioca un ruolo importante in molti ambiti, che richiedono competenze differenti. Partendo dal romanziere fino ad arrivare al ghostwriter, abbiamo scoperto undici mestieri che mettono la parola scritta al centro, ponendo l’attenzione sulle varie sfaccettature dello storytelling. Quali sono, quindi, le opzioni?

Romanziere

Lo scrittore professionista è colui che si dedica all’attività letteraria come lavoro.

Inventiva, creatività e spirito di osservazione sono tra le caratteristiche principali di uno scrittore, il quale deve riuscire a esporre dei contenuti con una capacità che non è alla portata di tutti. Le sue competenze devono essere integrate con la conoscenza dei diversi stili espositivi e con la padronanza di registri linguistici, delle regole grammaticali e di quelle sintattiche.

Sono pochi gli scrittori che possono sostenersi economicamente con il solo guadagno derivante dalle royalties: nella maggioranza dei casi, lo scrittore non si dedica solo alla stesura di romanzi, ma anche di insegnamento, di revisione e, in generale, di scrittura in diversi contesti.

Blogger

Essere un blogger vuol dire comunicare su un blog la propria visione su un preciso argomento, a un gruppo di persone che formano una community.

Il blogger professionista deve pianificare un piano editoriale, un progetto di contenuti preciso e a lungo termine. L’obbiettivo è quello di generare visualizzazioni e condivisioni attraverso e verso il proprio blog, che si configura come un luogo di scambio. Crea una comunità di lettori relazionandosi in modo positivo e costruttivo, lasciando spazio ai gusti e alle domande degli utenti.

È indispensabile padroneggiare la lingua italiana, immettendo nel mare magnum dei blog un contenuto di ottima qualità. È molto importante studiare anche il lato informatico, nonché conoscere i social, le relative opportunità di sponsorizzazione e le strategie di content marketing più adatte al proprio sito.

Sceneggiatore cinematografico

È un autore in grado di tradurre un testo in una storia per immagini, cioè in una sceneggiatura.

È uno scrittore condizionato dal linguaggio cinematografico. È particolarmente abile nelle scene dialogiche. Infatti, la maggior parte del peso della descrizione è lasciata all’immagine. Lavora principalmente in fase di preproduzione, durante la quale elabora trama, luoghi e personaggi.

Si relaziona con il regista e la casa di produzione. Vi sono alcuni casi in cui il regista e lo sceneggiatore combaciano, ma raramente questo si traduce in un buon prodotto, perché si tratta di due ruoli completamente diversi.

Giornalista

Il giornalista è un professionista dell’informazione che scopre e diffonde le notizie.

Scrive articoli, reportage, commenti o recensioni per quotidiani e riviste, o elabora servizi, interviste e approfondimenti per emittenti televisive o radiofoniche. Generalmente, un giornalista è specializzato in un determinato settore. Può essere un dipendente di una o più testate, oppure può lavorare come freelance.

I tre aspetti fondamentali del giornalismo contemporaneo sono accuratezza, brevità e chiarezza. È necessario:

  • formulare frasi semplici,
  • usare la punteggiatura per dare ritmo,
  • preferire la forma attiva,
  • ridurre aggettivi, avverbi e figure retoriche.

Un’informazione valida deve contenere le risposte alle “5 W”, e l’autore deve mantenere una posizione il più possibile oggettiva nei confronti dell’argomento trattato. Le opinioni personali sono ammesse solo in certi particolari casi, come per esempio gli editoriali. Alcune delle competenze necessarie sono: intuito e intraprendenza, capacità di scrittura, abilità nella ricerca, verifica e valutazione delle fonti, flessibilità e adattabilità, forte senso critico ed etico, conoscenza approfondita delle questioni attuali, abilità comunicative e di sintesi.

Sceneggiatore televisivo

La sceneggiatura televisiva, o teleplay, deve tenere conto della suddivisione di una trama in diversi episodi, ognuno strutturato a sua volta tipicamente in tre atti.

È comune la presenza di più sottotrame, che si possono intrecciare tra loro. Una teleplay si differenzia dalla sceneggiatura cinematografica per la sua variabilità: infatti, in base al tipo di show che si vuole creare, una teleplay può seguire diversi format come la sitcom, la fiction drammatica o la quality series.

Scrivendo una sceneggiatura, l’autore televisivo si deve continuamente chiedere che cosa si vedrà sullo schermo, immaginando i movimenti di macchina, le inquadrature, la luce e così via, tutti elementi che fanno parte del linguaggio televisivo.

Editor

L’editor lavora dietro le quinte, così nascosto che la maggior parte dei non addetti ai lavori non sa nemmeno della sua esistenza.

Si pone come figura intermedia tra l’autore e la pubblicazione. Il suo obiettivo è quello di perfezionare il testo in modo che sia piazzabile sul mercato, sia che venga pubblicato da una casa editrice, sia in self.

È in grado di:

  • stabilire se il romanzo è valido, di
  • valutare come e se può migliorare, di
  • elaborare il contenuto analizzandolo nel dettaglio.

Oltre all’editing dal punto di vista strutturale, contenutistico e stilistico, un editor può offrire diversi servizi come il beta-reading, la redazione di una scheda di valutazione, la correzione di bozze e la redazione di testi accessori.

Copywriter

Il copy si occupa della parte scritta della comunicazione e del marketing, ed è solitamente affiancato da un art director che progetta il visual, ovvero tutto ciò che è immagine.

Lavora in ambito pubblicitario, spesso all’interno di un’agenzia di comunicazione. Il copywriter è specializzato nella scrittura persuasiva, sintetica ed evocativa, e grazie alle giuste parole e al giusto tono di voce riesce a orientare le preferenze verso un prodotto specifico.

Ogni media usa un proprio linguaggio e richiede quindi competenze diverse. Ad esempio, all’interno dell’ambito della comunicazione pubblicitaria, il copywriter si può specializzare per gli eventi, per la radio o per il web, dedicandosi al linguaggio SEO, al micro copy o ai social.

Narrative designer

È la persona responsabile di trama, dialoghi e storytelling nel mondo dei videogiochi.

L’abilità dello scrittore consiste nel saper progettare narrazioni interattive e complesse, sfruttando al massimo il coinvolgimento del giocatore che si trova letteralmente a muovere il protagonista e a compiere scelte al posto suo.

Il compito narrative designer è quello di creare la trama del gioco attorno alla quale si impostano tutte le altre componenti. In primo luogo sono importanti fantasia e inventiva: ogni storia nasce da un’idea. La bozza della trama deve essere poi ampliata e approfondita, e vengono delineati i personaggi attraverso il character design, sia dei protagonisti sia dei personaggi non giocanti. Poi si passa alla stesura di dialoghi e interazioni, fino ad arrivare alla definizione di tutto l’intreccio.

Autore teatrale

Crea testi drammatici, cioè sceneggiature per opere teatrali.

È uno scrittore che indirizza le emozioni sul palco: spinge gli attori a donare la propria voce ai personaggi e a far sì che il pubblico si immerga completamente nella magia del teatro. È responsabile di creare trame coinvolgenti, dialoghi vivaci e temi che toccano le corde del cuore umano. Può lavorare su vari generi, dall’umorismo alla tragedia, e ogni opera porta con sé un’esperienza unica e memorabile.

Essere un autore teatrale richiede una combinazione di talento, passione e dedizione. L’autore teatrale è la voce nascosta dietro le quinte, il cuore pulsante del teatro, colui che con le parole crea emozioni che restano impresse nel cuore di un pubblico dal vivo. Diventare un autore teatrale è una strada affascinante che richiede un profondo amore per la scrittura e il teatro.

Editore

L’attività dell’editore si focalizza sugli aspetti gestionali e manageriali di una casa editrice, cioè un’azienda che promuove la cultura e trasforma le parole scritte in opere pubblicate.

La figura dell’editore dovrebbe far sì che il pubblico possa fruire di contenuti “filtrati” dalla sua personale linea editoriale. L’editore è quindi sia un manager che un imprenditore.

Deve avere una spiccata conoscenza della letteratura, per essere in grado di selezionare le opere in linea con le strategie editoriali stabilite. Deve avere anche competenze in marketing, per riuscire a coordinare al meglio i professionisti che lavorano con e per lui. Oggi è inoltre essenziale una conoscenza aggiornata del mondo digitale, per comprendere e sfruttare tutti quegli ambiti che richiedono la digitalizzazione dei romanzi e tutto il mondo dei social media, indispensabile per la promozione.

Ghostwriter

È quel professionista che scrive per conto di terzi. Si occupa della stesura di testi, più o meno lunghi, per conto di un’altra persona che non è in grado di farlo, rinunciando a tutti i diritti sul manoscritto proposto cedendoli a chi commissiona il lavoro.

Ciò significa che deve tenere conto dei desideri e delle richieste della persona che otterrà il merito dello scritto, ma anche del suo stile, del tono e della voce. Questo richiede un’abilità notevole nel cogliere la personalità e le preferenze del destinatario del contenuto. Per raggiungere questo obiettivo, lo scrittore fantasma deve condurre ricerche approfondite per scrivere il testo richiesto in modo accurato e informato.

La collaborazione tra ghost e cliente, quindi, è essenziale: idealmente, i due dovrebbero lavorare a stretto contatto per assicurarsi che il contenuto soddisfi le aspettative e i requisiti. Inoltre, il ghostwriter deve mantenere la massima riservatezza sul suo coinvolgimento nel processo di scrittura: il suo nome non appare quasi mai sui lavori che produce.

E prossimamente…

Vuoi rimanere aggiornato sui mestieri della scrittura che analizziamo in questa rubrica? Iscriviti alla newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *